“Rampata al Dolcedorme”…per il canalone di “Scilla e Cariddi”

Questa è davvero una di quelle salite che ti lasciano senza parole; perché inaspettatamente bella; perché infinitamente ripida, perchè incredibilmente sconosciuta. Lascio a voi soltanto le immagini e anche se non renderanno le emozioni vissute, hanno però il sapore di qualcosa di indimenticabile.

P1050763.JPG

P1050766.JPG

P1090916.JPG

P1090938.JPG

P1050785.JPG

P1090959.JPG

P1050806.JPG

P1050821.JPG

P1050822.JPG

Copia di P1050174.JPG

“Rampata al Dolcedorme”…per il canalone di “Scilla e Cariddi”ultima modifica: 2012-03-22T16:07:44+00:00da salvatore1305
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su ““Rampata al Dolcedorme”…per il canalone di “Scilla e Cariddi”

  1. …mi volto e ti guardo…
    la ripidità d’un canalino, lascia che la ragione si divincoli dall’ euforia di “rampare” …
    non ho paura, ma il tuo sguardo è un “po’ contratto” …
    ti sorrido …:-)
    la “CIUTIA” pretende ch’io continui e continuare…
    è stato l’attimo prima della “FELICITA’”…
    pa fial….

  2. “Nelle vibranti e libere corse sulle rocce tormentate, nei lunghi e muti colloqui con il sole e con il vento, con l’azzurro, nella dolcezza un po’ stanca dei delicati tramonti, ritrovavo la serenità e la tranquillità. E l’ebbrezza di quell’ora passata lassù isolato dal mondo, nella gloria delle altezze, potrebbe essere sufficiente a giustificare qualunque follia..”
    Giusto Gervasutti “Il Fortissimo”

    Un abbraccio forte

Lascia un commento