Gran Sasso d’Italia Corno Grande 2912 mt.

PICT0042.JPG

Sento vibrare ancora le mie mani….i suoni della Madonna di Pollino hanno dato il via ad una tre giorni di festa, canti e balli da non scordarsi facilmente. Ma questa volta non me la vivrò fino in fondo, la montagna chiama ed io non posso rinunciare a questa occasione. Carico delle emozioni che la giornata appena trascorsa mi ha donato e con il cuore pieno di musiche antiche, mi avvio verso Saracena, luogo di partenza dell’autobus, che ci porterà in Abruzzo. È la prima volta che mi unisco agli amici  dello Sci Club di Saracena ma da subito, intuisco che sono un gruppo molto affiatato e che sarà facile ambientarsi. I ragazzi, capeggiati dal loro Presidente , mi accolgono affettuosamente nella piazzetta “dell’acqua nova”.

PICT0055.JPG

PICT0074.JPG

Sono le 00:30, li sento parlare di borsoni stracarichi, di vino e di moscato….beh, almeno non mancheranno i brindisi! Questi ragazzi mi piacciono! Il pullman parte…la notte sarà alquanto lunga!!! Al mattino lo stupore per la visita della città de L’Aquila mi accompagnerà durante tutto il giorno. Un  misto di sensazioni attraversano il mio spirito mentre giriamo in lungo e in largo questa città, così incredibilmente bella e così incredibilmente ferita dal terremoto. Una realtà diversa da quella menzionata dalle tv, e mentre camminiamo nel centro storico, sembra di sentire ancora una scia di terrore che riecheggia tra le case distrutte. Ma L’Aquila non è soltanto tristezza e lo spirito forte degli Abruzzesi né è da esempio. Inoltrandoci nel nostro viaggio ci ritroviamo così, come catapultati in un’altra dimensione, in uno dei borghi più belli d’Italia….Santo Stefano di Sessiano. Sarà uno dei momenti più speciali di tutta la gita. Un lungo aperitivo a base di arrosticini e birra, ascoltando un complesso blues dal vivo….beh, penso che difficilmente ce lo scorderemo!

PICT0087.JPG

PICT0090.JPG

La serata trascorre tranquillamente ma l’emozione per la salita del giorno dopo, inizia a dare i primi segni.

Giorno 1° Luglio 2012 ore 8:30, arrivo a Campo Imperatore. È un luogo strano! Popolato e fotografato da una miriade di turisti, nasconde nella sua immensa asperità, un lato dolce, quasi mansueto. Si parte lungo un sentiero che assomiglia tanto alle vie d’alta montagna delle Dolomiti, ed è come stare proprio su i “monti pallidi”. Un paesaggio alpino nel bel mezzo d’Italia. Percorriamo il sentiero che ci conduce sulla spalla Nord-Ovest del Corno Grande. Affrontiamo la via normale che presenta difficoltà irrisorie dal punto di vista tecnico ma discrete dal punto di visto atletico. Ormai siamo sulla parte sommitale, qualche balordo , credendosi chissà chi, fa rotolare alcune pietre al di sotto, creando un po’ di panico. La nostra guida lo ammonisce e tutto torna alla tranquillità. Dietro di noi, le guglie del Corno Piccolo suscitano forti fantasie alpinistiche. Ma ormai siamo sulla cresta finale e le cime centrali e quella orientale, si aprono dinnanzi a noi come un anfiteatro sacro, riservato agli dei dell’alta montagna. I passi precisi seguono lo stretto sentiero che dopo un po’ giunge, in un fragore di gioia e felicità, fino alla croce….siamo in cima!

PICT0099.JPG

PICT0094.JPG

Sembra davvero un sogno ma è tutto reale. Sono sopra il Corno Grande….Siamo sopra il Gran Sasso, e l’unica cosa che mi viene da dire è: c’è più gente qui che al mare!!! Siamo contenti e la felicità si rispecchia negli abbracci, nei sorrisi e nelle battute, che smorzano la tensione accumulata, prima dello sforzo finale. Torniamo a Campo Imperatore carichi di entusiasmo ed orgogliosi della cima raggiunta.  È stata davvero una bella salita; è stata davvero una bella gita nella quale, ho avuto il piacere di conoscere e di condividere le emozioni più belle con questo gruppo così affiatato come lo Sci Club di Saracena e con alcuni soci del CAI di Castrovillari; è stata una salita importante perché arrivata dopo un infortunio e si sa…ha un sapore diverso.

Grazie a tutti i partecipanti!!!

 

 

 

Gran Sasso d’Italia Corno Grande 2912 mt.ultima modifica: 2012-07-08T19:39:17+00:00da salvatore1305
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Gran Sasso d’Italia Corno Grande 2912 mt.

  1. Ciao Pellegrino, ho letto il tuo blog, e ci vedo la passione come la intendo io. Spesso sono a Rotonda, e giro parecchio per il Pollino, comprese scialpinistiche e arrampicata/alpinismo. Vado spesso ad arrampicare sul GranSasso, e l’8 Luglio ero sulla Nord del Corno Piccolo… che coincidenza! a fine Agosto sarò a Rotonda e vorrei fare qualche giro, mi piacerebbe fare la tua conoscenza.
    Sarò lì con la mia compagna che viene sempre in escursione con me.
    Per contattarmi puoi scrivermi sulla mail oppure rispondi sul blog poi vediamo come scambiarci i telefoni.
    Saluti Roberto

Lascia un commento